venerdì 22 maggio 2015

Parole che ci parlano

Oggi ho subito deciso leggendo il post di Margherita non di copiarla, ma di consigliarvi anch'io "Il Giornalino di Gian Burrasca" e poi scrivere il mio commento come sempre.




Giannino Stoppani (chiamato dai suoi nemici Gian Burrasca) inaugura il suo Giornalino il venti settembre, e non sapendo cosa scrivere copia una parte del diario di sua sorella Ada che si lamenta del Capitani,  un uomo che non gli piace, ma i genitori gli stanno preparando il matrimonio. Il giorno dopo il Capitani vuole leggere il giornalino di Gian Burrasca, davanti alla madre e a Ada. All'inizio ridono...ma appena il Capitani arriva nella parte che ha copiato Giannino dal diario di Ada ! Scoppia il dramma ! Dopo qualche giorno Giannino scopre che sua sorella Luisa è promessa sposa al dottor Collalto ma loro si promettono che la cosa per il momento deve restar segreta. Giannino lo rivela in pubblico. Dopo essersi ammalato scopre che le sorelle stanno preparando una festa, nel mentre Giannino trova delle foto di alcuni spasimanti delle sorelle e le consegna a i proprietari. Naturalmente le foto erano state scarabocchiate e sotto la foto c'erano scritte frasi canzonatorie. Dalla campagna va a trovarli la zia Bettina vecchia, zitella e fuori moda, le sorelle di Giannino cominciano a dirsi che la zia Bettina gli farà fare un figuraccia ! Giannino volendo fare un favore alle sorelle dice alla zia di andarsene cosa che fa immediatamente !
Queste sono soltanto le prime marachelle di Gian  Burrasca ! Per una delle sue birichinate (tutte,però, in buona fede) il padre decise di metterlo in collegio dopo esser stato sia a casa di Luisa e di Virginia ma tutte e due non sono riuscite a sopportarlo più di tanto.
In collegio entrerà nella società segreta "Uno per tutti tutti per uno", anche li continuerà a combinarne di tutti i colori, e dopo esser stato espulso continuerà  (con l''aiuto dell'amico Gigino Balestra) a rovinare (sempre in buona fede) la carriera di suo cognato, marito di Virginia, e dopo avergli rovinato la carriera lo mettono in Casa di Correzione, dove continuerà a combinarne altre.



Questo libro è uno dei miei classici preferiti (non che io sia come lui !) soltanto io penso che se fosse stato un bambino vero, e non Vamba, a scriverlo non avrebbe combinato tutti questi guai per che era TROPPO avanti per il 1909 !



A presto...



Agnese

1 commento:

  1. Grazie Agnese!!!!
    Sei stata davvero gentilissima!
    Mi dispiace di non scriverti da tanto, ma sai, con i compiti, l'esame, la Comunione delle mie sorelle (che faranno domani) non riesco proprio a fare altro...
    Ti prometto che, passato il momento di maggiori impegni fra maggio/giugno, ti scriverò!!!!!
    Grazie ancora per il dolcissimo pensiero!
    Con affetto
    Margherita

    RispondiElimina