venerdì 12 dicembre 2014

Parole che ci parlano

Visto che quì non scrivo solo di libri voglio condividere con voi delle interviste impossibili .
Oggi intervisterò Claude Monet .




"Oggi ci troviamo ad intervistare il padre del'impressionismo : Claude Monet .L'impressionismo fu una corrente d'arte che nacque intorno al 1874 .
Gli impressionisti davano veloci pennellate e davano pure molta importanza alla luce e ai colori e praticavano l'en plain air, cioè dipingevano all'aperto .
Allora signor Monet cos'è stato che l'ha spinta a diventare il primo pittore di questo stile ? "
 "Quando nel 1861 prestai servizio ad Algeri restai abbagliato dalla luce e i colori dell'Africa,tornando in Francia non fui più lo stesso e questo cambiò il mio modo di dipingere ."
"Che amicizie ha stretto nel'corso della sua carriera ?"
" Nella mia carriera ho stretto amicizia con Bazille  lui mi ha aiutato molto a trovare un posto dove dipingere tranquillamente ."
"Da adulto non ha mai pensato a smettere di dipingere ? "
"No, mi ripetevo sempre : io dipingo come un uccello canta ."
" Quando lei si recò a Venezia per la prima volta le piacque ?  "
Venezia mi piacque così tanto che lì riempì tantissime tele,una dei più belle che dipinsi è 
" Tramonto a Venezia "."
" Che rapporto ha avuto con i suoi genitori ? L'hanno aiutato nella sua vita artistica e privata ?"
"Nella mia vita artistica si può dire soltanto che non mi hanno ostacolato e la zia mi è stata molto d'aiuto. Al contrario nella vita privata hanno ostacolato il mio matrimonio con Camille Doncieux."
"Per concludere mi spiega le sue caratteristiche nel dipingere ? "
" Io praticavo l'en plain air cioè dipingevo all'aperto , lo stesso paesaggio lo dipingevo tante volte perché la luce e i colori cambiano ogni mezz'ora, ogni ora, ogni giorno, ogni mese, ogni stagione, quindi il quadro si ripeteva ma il quadro non era mai uguale ."



Ciao e buon week-end !


Agnese :)




Nessun commento:

Posta un commento